IL TRIDENTE DI ŚIVA

Il Triśūla (in sanscrito “tre lance”) è il tridente di Śiva. 


Il mito racconta che fu forgiato da Viśvakarma, l’artigiano
degli Dei, adoperando un raggio di Sūrya, il sole.

È un’arma potentissima, la stessa utilizzata da Śiva per
tagliare la testa al figlio Gaṇeśa, sostituita poi con una testa di elefante.

Qual è il suo significato?

L’asta centrale e la doppia elica che sale simboleggiano le nāḍī,
i canali energetici: Suṣumnā, che scorre nella colonna vertebrale
e Iḍā e Pingalā, dal cui incrocio hanno origine i cakra.

Le tre punte del tridente sono Brahmā, Viṣṇu e Śiva ossia le
Divinità preposte alla creazione, alla conservazione e alla distruzione.